Logo Azienda pubblica di Servizi alla Persona del Distretto Cesena Valle Savio
HOME NOTIZIE CHI SIAMO SERVIZI ALBO PRETORIO BANDI TRASPARENZA CONTATTI

 

Casa Protetta "Nuovo Roverella"

 

Nuovo RoverellaRECAPITI
Casa Protetta "Nuovo Roverella"
Via Ancona, 290 - 47522 Cesena (FC)

Telefono: 0547 334901
Fax: 0547 334916

nuovo.roverella@aspcesenavallesavio.eu

COORDINATRICE CASA PROTETTA
Dott.ssa Cristina Capriotti

cristina.capriotti@aspcesenavallesavio.eu

COORDINATRICE CENTRO DIURNO
Dott.ssa Sabrina Medri
sabrina.medri@aspcesenavallesavio.eu

 

 


 

DOCUMENTI

Regolamento del Centro Diurno "Nuovo Roverella"

Poesia di Attilio Bazzani dedicata alla struttura
Progetto Stasera andiamo a Teatro - Comunicato stampa.pdf
Video proiettato in occasione del 10° Anniversario del Nuovo Roverella

 


 

PRESENTAZIONE

"Nuovo Roverella: una casa aperta"
Uno spazio aperto al mondo, per essere parte attiva e vitale del tessuto urbano. Un luogo in cui incontrarsi e condividere esperienze. Un servizio a misura d’uomo, flessibile e personalizzato. Un contesto architettonico innovativo, ampio, luminoso, intimo e al tempo stesso socializzante, pieno di curve e di squarci panoramici. Il Nuovo Roverella è tutto questo: casa residenza all’avanguardia in Italia per concezione, realizzazione e servizi.

Prima che luogo fisico, il Nuovo Roverella è espressione di un nuovo orientamento, che, pur mantenendo in primo piano il benessere degli ospiti, ricerca e aggiunge ai servizi una maggiore flessibilità di tempo, mettendo a disposizione spazi dedicati all’aggregazione, alla riabilitazione, alla cultura, siano essi interni che esterni o aperti ai visitatori. Tutta la struttura (camere da letto, soggiorni, sale di attività) è climatizzata e dotata di impianti di ricambio d’aria diretti. Comfort e sicurezza sono gli elementi guida con cui è stato realizzato il progetto, sia da un punto di vista architettonico che funzionale. Sistemi di telecamere e sensori alle vie d’uscita consentono al contempo libertà di movimento e protezione degli stessi ospiti. Anche gli arredi, scelti in tonalità desuete, chiari e tenui con note di colore “identificative” rispecchiano gli obiettivi di fondo, così come la scelta delle forme dei tavoli, delle altezze variabili per le sedute degli ospiti, dell’abbattimento di spigoli vivi, di maniglie morbide, ecc. Particolare importanza è data all’aiuto all’orientamento di ospiti e frequentatori della Casa, anche attraverso la scelta dei colori delle porte, che identificano sempre le stesse funzioni come ad esempio la porta rossa per la camera da letto e la porta turchese per i bagni.

Non più chiusi in se stessi, gli spazi si dispiegano armonicamente negli 8.000 metri quadrati della Casa residenza di via Ancona, offrendo nuovi servizi ai 108 ospiti, di cui 95 convenzionati con l’Azienda USL. Camere doppie e singole, tutte dotate di condizionatori autonomi per l’aria calda e fredda, cablate per la visione di programmi tv satellitari, con telefono autonomo e possibilità di istallare un computer, si alternano ad ambienti confortevoli per le attività collettive, da vivere con flessibilità, dove si tengono laboratori creativi, incontri ed eventi, o dove semplicemente si può trascorrere qualche ora di tempo a chiacchierare, per esempio al bar o nei salottini dei “giardini d’inverno” posti al pianointerrato.

Particolare risalto e attenzione sono dati alla cura con l’acqua: i bagni attrezzati di nucleo consentono un utilizzo di vasche con idromassaggio, ultrasuoni e persino un’immersione in acqua stando comodamente seduti in sicurezza. A fianco e in aggiunta a questi servizi: una piscina riabilitativa posta a ridosso della palestra e una zona di fisioterapia, con la possibilità di utilizzare una grande vasca per le attività riabilitative rivolte alle persone incontinenti.

Parte integrante della Casa, è il Centro Diurno che, seppur dislocato in spazi autonomie dedicati, può usufruire dei servizi aggiuntivi che il Nuovo Roverella offre: laboratori per la riattivazione e stimolazione cognitiva e sensoriale, palestre, sala da pranzo, giardini, ecc. Gli ospiti provenienti dall’esterno trovano accoglienza dal lunedì al sabato, con possibilità di “costruirsi” e personalizzare la durata di permanenza e i giorni di fruibilità del servizio, proprio in virtù del contesto di Casa residenza in flessibilità d’orario. Ha una capienza di 22 persone.

Anche le persone affette da demenze, inclusi i malati di Alzheimer, possono contare su ambienti all’avanguardia per approccio e tecnologie. Il nucleo loro dedicato è stato realizzato nel rispetto delle esperienze e degli studi attuali, confortati dalle indicazioni della Regione Emilia Romagna in materia, e offre 18 posti letto, collocati in uno spazio autonomo della Casa particolarmente tranquillo e appartato rispetto alla struttura principale. Ambienti ampi, luminosi, rotondeggianti, un giardino esterno unicamente loro dedicato, illuminato 24 ore su 24 in cui potersi muovere liberamente; telecamere e sensori di presenza consentono al personale di questa unità di prendersi la massima cura dei loro ospiti senza dovere porre dei limiti fisici al loro irrefrenabile vagabondare. Le piante del giardino, tutte di tipo officinale, sono innocue in caso di ingestione.

Le camere, ampie, contano due posti letto con bagno indipendente. Due camere singole sono isolate e insonorizzate per gli ospiti che, a causa della malattia, urlano nelle ore notturne. Per consentire agli ospiti di scaricare aggressività, gli spazi sono tali da garantire la massima libertà di movimento. Porte e corridoi consentono di girovagare per la Casa, soggiorno e sala da pranzo compresi, lungo percorsi protetti e videosorvegliati. Il Nucleo è infatti dotato di impianti elettronici di segnalazione e rilevazione, collocati su tutte le vie d’accesso interne ed esterne, attivabili o disattivabili singolarmente, secondo bisogni e desideri di privacy. Gli ospiti possono inoltre essere dotati di speciali braccialetti elettronici che permettono di monitorarne gli spostamenti a distanza, attraverso computer. Anche per i pasti vige la massima libertà consentita, con la possibilità di avere accesso al cibo nelle 24 ore, regolarizzandone il bisogno di assunzione in base ai desideri o alla corrispondenza della percezione del tempo o dello stimolo della fame.

Gli ambienti sono concepiti in ogni dettaglio per mettere a loro agio gli ospiti e facilitare la loro fruizione dei servizi: le camere da letto sono nelle tonalità calde del giallo/arancio, gli arredi, rigorosamente senza angoli vivi, in legno di ciliegio e i letti abbassabili elettronicamente fino a 20 cm da terra, contro il rischio di cadute. Il colore facilita la distinzione anche fra camere, bagni e servizi, con porte dotate di maniglie in colore di contrasto e spazi collettivi in tonalità neutre e riposanti.

 

SERVIZI

Il Nuovo Roverella dispone di:

Parco – 2 giardini interni, 1 giardino per malati di Alzheimer, un parco pubblico;
Bar – Aperto anche per gli esterni, dotato di ampi spazi di incontro e soggiorno;
Esercizi di cura della persona – Parrucchiere maschile e femminile, podologo, piscine riabilitative;
Sale di attività ricreative – Ampi spazi polivalenti per animazione e attività culturali;

Posti letto
108 posti letto totali distribuiti in 69 camere, di cui:
32 camere singole (32 posti letto);
39 doppie (76 posti letto);

Disponibilità
90 (casa residenza) +5 (gravi disabilità) convenzionati con ASL + 13 posti non convenzionati (8 casa residenza +5 Progetto Prometeo);

Centro Diurno
22 posti;

Nuclei
Per razionalizzare e migliorare l’ospitalità in termini di spazio e comfort alberghiero, il Nuovo Roverella prevede la divisione dei 95 posti letto convenzionati in 4 nuclei:

Nucleo Turchese – Ospiti di livello B, a prevalente bisogno sanitario;
Nucleo Lilla – Ospiti di livello C, a prevalente bisogno assistenziale;
Nucleo Verde – Ospiti di livello D, con residue competenze sia fisiche che cognitive, in grado di gestire, con aiuto, una maggiore autonomia personale;
Nucleo Arancione – Ospiti di livello A, affetti da demenze tra cui il morbo di Alzheimer;

 


 

MATERIALE RELATIVO ALL'INAUGURAZIONE DEL 2 SETTEMBRE 2006

Articolo dell'allora Sindaco di Cesena, Giordano Conti, sul quotidiano Corriere Romagna del 10/09/2006
Articolo apparso sul quotidiano Il Resto del Carlino il 03/09/2006
Articolo apparso sulla rivista Diario il 03/09/2006
Articolo apparso sulla rivista "Il nuovo cantiere" nel marzo 2005
Articolo relativo alla costruzione della struttura
Depliant
Video proiettato in occasione dell'inaugurazione

 

 


 

ATTIVITA'

 

 

Metti una sera a teatro

CENA DEGLI ANTICHI ODORI E SAPORI

Come da tradizione anche quest'anno il 21 Giugno preso la Casa residenza Nuovo Roverella si è festeggiato l'arrivo dell'Estate con la cena in giardino degli antichi odori e sapori. Per l'occasione erano presenti oltre agli ospiti della casa, parenti, volontari, operatori e consiglio di amministrazione. Per gli anziani questa festa è molto importante, è come per noi quando a casa dobbiamo ricevere degli invitati, ci piace essere accoglienti e con la casa bella in ordine. Proprio per questo lavorano un anno intero agli addobbi che vengono esposti in giardino nell'occasione della festa. Lavoro minuzioso, di piacevole difficoltà per molti perché anche gli ospiti più fragili danno il loro importante e prezioso contributo. Dentro la corolla di ogni fiore ci sono numerose palline fatte con mani spesso rallentate nei movimenti e petali ritagliati da viste spesso compromesse. Il tutto è proposto tenendo conto delle abilità residue degli ospiti nel rispetto del loro gradimento, facendo attenzione a non generare frustrazione ma favorendo la socializzazione, il bel clima di gruppo, ed anche, a volte, la sana litigata liberatoria nel gruppo dove più leader vogliono primeggiare.

Visualizza tutte le foto dell'album fotografico

 

 

Metti una sera a teatro

SOGGIORNO AL MARE

Anche quest'anno la casa Residenza Nuovo Roverella ha organizzato le tradizioni uscite al mare. Giornate dove gli ospiti hanno trascorso dei momenti di tranquillità e pieni di gioia (vedendo nei lori occhi un'altra espressioni serene), ci siamo anche fermati a pranzare nelle giornate più lunghe e invece nelle giornate più corte anno consumato la colazione. Questi momenti sono sempre molto attesi perchè generano benessere e toccando la sfera delle emozioni più intime.

Visualizza tutte le foto dell'album fotografico

 

 

Metti una sera a teatro

"LA CITTA' CHE APPRENDE" E "METTI UNA SERA A TEATRO"

Anche quest'anno alcuni ospiti della Casa Residenza nuovo Roverella partecipano ai progetti: "La città che apprende", programma di attività culturali con cineforum sociali e incontri organizzati dall'Auser di Cesena presso il centro sociale di Primavera 3 e "Metti una sera a teatro" per la visione e l'ascolto di spettacoli di prosa, musicali, d'essai, danza e concerti presso il teatro Bonci di Cesena. Queste iniziative sono momenti attesi e graditi dai nostri anziani in quanto occasioni di svago, relazione di vita sociale nel contesto cittadino, esperienze di arricchimento culturale per il mantenimento dei propri interessi.

Visualizza tutte le foto dell'album fotografico

 

 

Brindisi di Natale

BRINDISI DI NATALE

Sabato 19 Dicembre 2015, presso la Casa Residenza Nuovo Roverella, si è tenuta la festa natalizia degli ospiti della casa alla presenza dei loro familiari ed amici. La festa è iniziata alle ore 15.00, con un bellissimo ed emozionante concerto natalizio dell'orchestra "Caffè Concerto Strauss", a cui è seguito un caloroso brindisi con i dovuti auguri di Natale. E' stata allestita, all'interno della casa, una pesca-lotteria, il cui ricavato verrà devoluto ai Centri Missionari dei Frati Cappuccini dell'Emilia-Romagna, per sostenere le spese scolastiche di un bambino del Dawrokonta, in Etiopia. Questa festa è sempre molto attesa e sentita dagli anziani ed è sempre un momento di incontro e socializzazione in un clima di serenità. Per le festività natalizie è stata addobbata la struttura con degli oggetti realizzati dagli anziani usando materiale di recupero, come bottiglie di plastica, carta di riviste e cartone. Sono stati fatti diversi presepi, esposti nella Hall della struttura, e palle natalizie appese agli alberi dei giardini interni alla casa. Per realizzare questi addobbi, gli anziani hanno lavorato diversi mesi durante le attività del laboratorio creativo, dove, oltre a cercare di mantenere la persona impegnata, attiva, orientata nel tempo e nello spazio, si cerca di far esprimere loro le emozioni più interne e profonde.

Visualizza tutte le foto dell'album fotografico

 

 

Festa d'estate al Nuovo Roverella

FESTA D'ESTATE AL NUOVO ROVERELLA

Il 22 Giugno 2015, alle ore 18.00, si è svolta la festa presso il Nuovo Roverella di Via Ancona 290 - Cesena. E' stata una bellissima occasione per trovarsi tutti assieme, lavoratori, ospiti e parenti, per condividere la cena (a base di piadine farcite e verdura), momenti di relax, di ballo e di svago.

Visualizza tutte le foto dell'album fotografico

 

 

Soggiorno al mare

USCITA AL MARE A PINNARELLA

Visualizza tutte le foto dell'album fotografico

 

 

Addobbi floreali per spettacolo teatrale

ADDOBBI FLOREALI PER SPETTACOLO TEATRALE

Alcuni ospiti della Casa Residenza Nuovo Roverella di Cesena, già da qualche settimana, stanno lavorando con entusiasmo ad un progetto molto nobile: realizzare gli addobbi floreali per lo spettacolo teatrale 'Polvere di fata, pensieri felici e con noi puoi volar'.
Responsabile del progetto è l'ospite della struttura Sig. Paolucci Paolo, Presidente onorario dell'Associazione La Foglia e il Bastone, da sempre attento alle fragilità delle persone, che ha subito creduto in questa collaborazione e ha preso a cuore il lavoro.
La particolarità dello spettacolo è che verrà portato in scena dai ragazzi della compagnia LA ROSA BLU speciale e delicato proprio come il tipo di rosa di cui portano il nome.
Nella serata del 22 Maggio 2015, presso il Teatro Victor di San Vittore, assisteremo ad "Uno spettacolo da sogno magico come una favola e leggero come una danza" (cit).
Durante la serata parteciperanno all'evento, insieme ai parenti e amici dei ragazzi/attori, una rappresentanza degli anziani della struttura, accompagnati da animatrici e volontari per condividere questo bellissimo evento.

Visualizza tutte le foto dell'album fotografico

 

 

Cineforum

CINEFORUM

Anche quest'anno, come gli anni precedenti, da ottobre ad aprile, ogni martedì un gruppo di anziani viene accompagnato alla rassegna del Cineforum Sociale organizzata dall'Auser di Cesena.
I nostri anziani vivono questo momento con grande attesa perché le sensazioni che riescono a dare certe immagini del cinema non potrebbero essere provocate da nessun'altra forma di espressione artistica.
Esso infatti,costituisce una delle forme di divertimento più popolari e diffuse.

Visualizza tutte le foto dell'album fotografico

 

 

Nuova stagione del Teatro Bonci

NUOVA STAGIONE DEL TEATRO BONCI

Anche questo anno, per gli ospiti della casa protetta Nuovo Roverella, si è alzato il sipario: la nuova stagione 2014/2015 del Teatro Bonci è una festa per gli occhi, per la mente e per il cuore, che si rinnova ad ogni spettacolo in cartellone e in tutte le serate in cui gli artisti e i nostri anziani si ritrovano insieme per rinnovare lo straordinario rito del "fare teatro" che, come diceva Jerzy Grotowski, "è ciò che avviene tra lo spettatore e l'attore".

Visualizza tutte le foto dell'album fotografico

 

 

Poesia in Movimento

POESIA IN MOVIMENTO

La casa residenza Nuovo Roverella organizza l'evento "Poesia in Movimento": una rassegna di poesie recitate da poeti e lettori romagnoli. "Gli uomini prima sentono senz' avvertire, dappoi avvertiscono con animo perturbato e commosso, finalmente riflettono con mente pura" - Gianbattista Vico.
Questa è forse la più famosa delle sue "degnetà" e certamente una delle più alte per la profondità del pensiero e per la grazia poetica che lo sostiene; ci indica il modo per capire come nasce il nostro folclore poetico.  Calendario:
- Lunedì 2 Marzo 2015 ore 16,00: Anna Macrelli eMaurizio Paganelli
- Lunedì 9 Marzo 2015 ore 16,00: Bruno Pollini e Arnaldo Manuzzi
- Lunedì 16 Marzo 2015 ore 16,00: Oscar Zanotti e Franco Sbrighi 
- Lunedì 23 Marzo 2015 ore 16,00: Laura Donini e Marco Magalotti 
- Lunedì 13 Aprile 2015 ore 16,00: Dott. Giancarlo Biasini e Loris Martelli 
Gli incontri si terranno nella sala ovale.

Visualizza tutte le foto dell'album fotografico

 

 

Rassegna Pasquaroli

RASSEGNA PASQUAROLI

Come da tradizione, anche quest'anno nella Casa Residenza Nuovo Roverella, sono venuti più gruppi di Pasquaroli a cantare la pasquella. Vi sono stati il gruppo di Ponte Abbadesse, di Diegaro e il gruppo della parrocchia di Santa Maria della Speranza. La festa dell'epifania è sempre stata una festa molto sentita e ancora oggi la tradizione è viva e suscita grande emozione negli anziani e rende il periodo Natalizio molto familiare.

Visualizza tutte le foto dell'album fotografico

 

 

Consegna della "Luce della Pace"

FESTA DI NATALE

Sabato 20 dicembre, presso la Casa Residenza Nuovo Roverella, si è svolta la consueta festa natalizia degli ospiti della casa con i loro parenti. E' iniziata alle ore 11.00 con un concerto natalizio, a cui è seguito un buffet "tra convivialità e tradizione". Erano presenti anche gli Alpini di Cesena che per l'occasione hanno preparato la polenta per il pranzo. E' stato allestito anche un mercatino di beneficenza, dove sono stati messi in vendita oggetti realizzati dagli anziani e volontari del Nuovo Roverella: il ricavato verrà devoluto ai centri missionari per sostenere le spese scolastiche di un bambino del Dawro Konta, in Etiopia. Questa festa è sempre molto sentita dagli anziani perché favorisce un occasione di incontro e socializzazione in un clima natalizio.

Visualizza tutte le foto dell'album fotografico

 

 

Consegna della "Luce della Pace"

CONSEGNA DELLA "LUCE DELLA PACE"

Nella chiesa della Natività a Bethlemme vi è una lampada ad olio che arde perennemente da moltissimi secoli, alimentata dall'olio donato a turno da tutte le nazioni Cristiane della terra. Dal 1986 gli Scout Viennesi hanno deciso di collaborare alla distribuzione della Luce della Pace. Di anno in anno è cresciuta la partecipazione e l'entusiamo per la consegna della "Luce della Pace" tramite i gruppi Scout. Sempre più numerosi sono gli Scout che vi prendono parte. Quasi ogni anno la Luce della Pace di Bethlemme è stata portata in un Nuovo paese Europeo. Domenica 21 dicembre è arrivata durante la S. Messa presso la Casa Nuovo Roverella. La consegna è stata fatta dal gruppo Scout di S. Domenico. La Luce della Pace non ha solo un significato religioso, ma traduce in se molti valori civili, etici, morali di pace e fratellanza.

Visualizza tutte le foto dell'album fotografico

 

 

Visita ai Presepi di Cesenatico

VISITA AI PRESEPI

Come da tradizione, anche quest'anno, gli ospiti della Casa Residenza Nuovo Roverella si sono recati a visitare i presepi più suggestivi del nostro territorio. A piccoli gruppi sono stati accompagnati a Longiano, Cesenatico, Villalta, Roncofreddo e Roversano. Questa iniziativa suscita sempre grande interesse in quanto le immagini e le tradizione legate alla natività del signore fanno riaffiorare il ricordo e suscitano grandi emozioni.

Visualizza tutte le foto dell'album fotografico

 

 

Benedizione di lunga vita, a Roma

"BENEDIZIONE DI LUNGA VITA" A ROMA

Domenica 28 settembre 2014, a Roma, s'è svolto l'evento mondiale "Benedizione di lunga vita" con Papa Francesco. Noi c'eravamo!
In mezzo a 80.000 persone in Piazza San Pietro, noi anziani della C.R. Nuovo Roverella, assieme agli anziani della C.R. Don Baronio, della C.R. La Meridiana e agli anziani del territorio cesente, siamo stati i "protagonisti attivi" della giornata dedicata alla "lunga vita" e con trepitante emozione abbiamo condiviso una mattinata di preghiera, di gioia e di speranza assieme a Papa Francesco.

Per noi è stato un evento unico e irripetibile: vedere Roma, essere accolti a Monte Mario dalle suorine che ci hanno ristorato dopo tante ore di viaggio, dormire fuori dalle nostre abituali camere da letto, condividere con altri anziani come noi l’incontro con il Santo Padre ecc. Tutto è stato intenso, gradevole, vivace e gioioso al punto tale che nessuno di noi ha accusato né stanchezza, né i soliti piccoli e/o grandi acciacchi che quotidianamente avvertiamo.

Il tutto è stato come aver assunto una potente pillola energetica e ricostituente che ci ha fatto vivere in una bella dimensione di benessere e leggerezza. Grazie Roma, grazie Papa Francesco, grazie alla Benedizione che ci auguriamo renda ancora più lunga la nostra già lunga vita e soprattutto grazie a quei preziosi "angeli custodi" degli operatori che hanno organizzato e ci hanno voluti protagonisti in questo evento.

Testimonianze degli anziani:

  • EVA: Ho notato che il Papa invece di fermarsi sui primi è andato dagli ultimi, è arrivato fino in fondo per salutarli, pensando che chi era davanti lo aveva visto e seguito bene. Il signore ha detto che gli ultimi saranno i primi, lui ha fatto cosi. Questo mi ha colpito molto.
  • CARMEN: Mi ha colpito: il Papa, l'immensità di San Pietro e i cantanti... Mi veniva quasi da piangere... Da noi il Papa è passato vicino, ma in quel momento era girato verso San Pietro. Sono stata molto contenta di essere stata a Roma. Grazie!!!
  • SERGIO: Sono stato contento di essere stato a Roma, io il Papa lo avevo conosciuto in Argentina quando vivevo la, allora era Vescovo.
  • FIAMMETTA: Io sono stata benissimo, anche se il viaggio era lungo per me non è stato difficoltoso. Quando ho visto il Papa è stato una gioia. Ho provato gioia, gioia, gioia e ancora tanta gioia. Grazie a Voi tutti per avermi dato questa possibilità.
  • SILVERIO: E' stato bellissimo, ho visto un Papa molto vicino al popolo. Siamo stati molto bene.

Visualizza tutte le foto dell'album fotografico

 

 

Progetto Orto Biologico

PROGETTO ORTO BIOLOGICO

Il progetto dell’orto biologico è iniziato nel 2010, lo scopo è quello di stimolare e rendere attivi i nostri anziani, permettendogli di ricordare e di riportare in parte le attività che svolgevano nel loro passato quotidiano. L’orto predisposto per questa attività è di tipo biologico, quindi nella coltivazione non sono utilizzate sostanze chimiche. L’orto è collocato in uno spazio che si trova nel giardino, all’esterno della struttura.

Ha un’ ampia superficie ed è coltivato con prodotti di stagione. Vengono coltivati prodotti biologici come: zucchine, pomodori, melanzane, cetrioli, radicchi, finocchi, insalata, carciofi, aglio, peperoni, rosmarino, salvia, lavanda e altri odori. Quest’anno in una parte del terreno sono stati piantati anche alberi da frutto. Alcuni ospiti si occupano attivamente della cura dell’orto, altri invece danno preziosi consigli e suggerimenti su come coltivarlo e curarlo, altri ancora si occupano della commercializzazione dei prodotti raccolti, la vendita è sempre a offerta libera.

Molti familiari che vengono a trovare i loro cari, acquistano questi prodotti perché sono veramente naturali e biologici e soprattutto, molto buoni. La bancarella viene allestita all’ingresso della struttura così tutti coloro che entrano possono comprare. Inoltre, anche altri ospiti che non partecipano attivamente a questo progetto quando, in primavera e in estate, escono in giardino, possono vedere il risultato di questa iniziativa. Con parte del ricavato dalla vendita, tutti gli anni, festeggiamo il lavoro svolto con un bel pranzo al ristorante, quest’anno abbiamo scelto un ristorantino in collina.

Visualizza tutte le foto dell'album fotografico

 

 

Progetto "Miseria e Nobiltà"

PROGETTO "MISERIA E NOBILTA"

Nell’inverno del 2013 è partito il progetto del laboratorio di cucina "MISERIA E NOBILTA'": ogni settimana un gruppo di anziani, seguiti da 2 animatrici, viene coinvolto nella preparazione di un pranzo completo, che poi consumano insieme condividendo e gustando il lavoro svolto durante la mattinata. Il laboratorio si svolge all’interno della cucina attrezzata che si trova al 2° piano della struttura.
L’occorrente usato per tutte le preparazioni viene fornito dalla cucina interna al Nuovo Roverella, fatta eccezione per alcuni ingredienti freschi come il pesce, la carne o altro, che vengono acquistati freschi, al supermercato, direttamente da noi, la mattina stessa prima di iniziare il laboratorio. Per le verdure ci si affida all’orto biologico coltivato dagli anziani nel retro della struttura, che ci offre prodotti freschi e di stagione. Ad ogni incontro viene preparato un pranzo composto da:
- Un primo , fatto a mano dagli anziani, con relativo sugo
- Un secondo di carne o pesce
- Un contorno
- Macedonia o spiedini di frutta
- Il caffettone

Durante la preparazione tutti danno il loro contributo, qualcuno prepara il trito per il soffritto, qualcun altro pulisce le verdure, chi si occupa della cottura, chi impasta e chi assaggia. Ogni anziano compie un pezzettino del lavoro in base alle proprie abilità, valorizzando il lavoro di ognuno, puntando sul clima, la soddisfazione, la fiducia, l’autostima e il progetto di vita di cui l’anziano si riappropria.

Durante la preparazione si collabora, ci si scambiano consigli e opinioni su come operare e a volte di battibecca anche perché ognuno l’ha la su manira da fè da magnè, alla fine però ci si accorda sempre ed il risultato è ottimo ogni volta. I pareri di chi ha assaggiato sono positivi, tranne uno: quello della Marta, che ha detto: "Que an veng piò, us magna mel, e sug l’è trop ros. Ahc Ahc!".

Ad ogni incontro viene coinvolto un "invitato speciale" , all’ora di pranzo ci raggiungono in cucina a turno altri ospiti, operatori, parenti, che condividono con il gruppo il momento. Gli ospiti coinvolti nella preparazione sono ancora più motivati nel lavoro perché ci tengono a fare bella figura. Per rendere ancora più famigliare l’ambiente e il contesto, ogni volta apparecchiamo la tavola con una tovaglia decorata a mano durante i laboratori creativi, così come i grembiuli che ogni persona indossa per cucinare. L’attività si svolge una volta alla settimana, per 4 incontri e vengono coinvolti 7 anziani.

Ogni 4 settimane i partecipanti cambiano per poter dare l’opportunità a più persone di lavorare in cucina. Gli anziani coinvolti sono differenti tra loro per abilità cognitive e fisiche. L’obbiettivo e il senso del progetto è quello di mantenere viva la memoria procedurale, stimolando le capacità funzionali e quelle cognitive, stuzzicando la creatività e mantenendo acceso il ricordo. Non solo, si punta sul gruppo, sulle relazioni, sullo stare insieme. Il rapporto che si crea va a coinvolgere emozioni, evoca il vissuto, entra nella sfera individuale, nella suscettibilità, genera pensieri e sentimenti. Si dice che non bisogna aggiungere giorni alla vita ma vita ai giorni.

Ringraziamo tutte le persone che hanno partecipato e parteciperanno al progetto, per l’impegno e la collaborazione e per l’opportunità di vivere insieme questi momenti.

Visualizza l'album fotografico

 

 

Etiopia

SOSTEGNO SCOLASTICO

"Se un uomo sogna da solo, è solo un sogno. Se si sogna insieme, è la realtà che comincia". Con il ricavato della pesca lotteria e del mercatino che tutti gli anni il Nuovo Roverella allestisce in occasione delle festività natalizie, riusciamo a sostenere a distanza gli studi di un bambino di Dawro Konta (Etiopia), già da molti anni! Il sostegno scolastico è resto possibile dall'AMC Animazione Missionaria Cappuccini.

 

 

Torna alla pagina dei Servizi