Logo Azienda pubblica di Servizi alla Persona del Distretto Cesena Valle Savio
HOME NOTIZIE CHI SIAMO SERVIZI ALBO PRETORIO BANDI TRASPARENZA CONTATTI

Chi Siamo

 

MissionL’Azienda pubblica di Servizi alla Persona (ASP) del distretto Cesena Valle Savio è stata costituita con Delibera di Giunta della Regione Emilia Romagna n. 397 del 30 marzo 2009 a decorrere dal 14 aprile 2009.

L’ASP del distretto Cesena Valle Savio è disciplinata dalla Legge Regionale n. 2 del 12 marzo 2003, dalle deliberazioni del Consiglio Regionale n. 623/04, n. 624/04, dalle successive indicazioni regionali e dallo Statuto.

L’ASP del distretto Cesena Valle Savio trae origine dalla fusione delle seguenti IPAB:

  • R.O.I.R. – Roverella Orfanotrofi e Istituti Riunito
  • Fondazione Roverella Spinelli
  • Fondazione Aldini Masini ed Istituti Educativi
  • Fondazione Antonio Guerrini-Maraldi
  • Fondazione Federico Valzania
  • I.P.A.B. Casa Insieme
  • Istituto Camillo Mordenti Fu Francesco
  • Asilo Infantile San Quirico

L’ASP del distretto Cesena Valle Savio persegue finalità sociali e socio-sanitarie salvaguardando l’ispirazione fondativa delle Istituzioni da cui deriva con particolare riferimento al settore dell’assistenza agli anziani e ai soggetti con patologie assimilabili a quelle dell’età senile, in special modo a coloro che versano in condizioni di disabilità e non autosufficienza, e ai minori.
L'assistenza agli anziani viene esercitata attraverso la gestione della struttura: Casa Protetta e Centro Diurno "Nuovo Roverella", in Via Ancona 290 a Cesena. Vengono inoltre affittati appartamenti a persone anziane bisognose, a canone contenuto.
L'assistenza ai minori viene esercitata attraverso la gestione della Comunità Educativa Arca, che attua un servizio residenziale in Via Ancona 270 e un servizio semi-residenziale per minori da 6 a 18 anni, in Via Ancona 310.

L’ASP del distretto Cesena Valle Savio eroga le borse di studio:

  • "Federico Valzania” a studenti di scuola media superiore residenti nel comprensorio cesenate;
  • “Camprini Malmerendi” a studenti residenti nel comprensorio cesenate che frequentano scuole medie superiori o corsi universitari ad indirizzo artistico;

Inoltre l’ASP del distretto Cesena Valle Savio gestisce, in convenzione col Comune di Cesena, il Progetto "Affetti speciali", il Centro per le Famiglie, il Servizio Spazio Donna, il Centro Stranieri, l'Istituto Corelli e attività rivolte a famiglie, infanzia, adolescenti e giovani definite nell'ambito della programmazione dei piani sociali di zona.

L’ASP del distretto Cesena Valle Savio è anche proprietaria dei seguenti immobili destinati a:

  • Centro Socioriabilitativo Diurno e Residenziale sito in Via Sandro Pertini 3 a Mercato Saraceno, ancora in fase di ultimazione e attualmente utilizzato per:
    - Centro Diurno, gestito dalla Coop.va Sociale di Intervento Socioassistenziale ONLUS CISA con sede in Cesena;
    - Centro Riabilitativo, gestito da Arcade Soc. Coop. a.r.l. con sede in Cesena;
  • Ex Asilo San Quirico di Selvapiana Comune di Bagno di Romagna, attualmente utilizzato dalla comunità locale.
  • Casa Protetta "Casa Insieme" di Mercato Saraceno, Via Decio Raggi 39, la cui gestione dal febbraio 2011 è passata a soggetto privavo; l'ASP ha mantenuto la proprietà del fabbricato;
  • Coomplesso San Biagio", in Via Aldini a Cesena, affittato al Comune di Cesena;
  • "Paalazzo Nadiani", in Via Dandini a Cesena, attualmente in attesa di lavori di adeguamento finalizzati alla realizzazione della sede dell'Istituto Corelli;
  • "Complesso Ex Roverella", in Via Strinati a Cesena, in attesa di ristrutturazione e attualmente utilizzato nell'ambito del progetto "Emergenza immigrati";

 

MISSION

L’Azienda organizza ed eroga servizi alla persona in ambito multisettoriale ispirando ed orientando la propria azione alle seguenti finalità:

a) Fornire assistenza alle persone in condizione di non autosufficienza;
b) Favorire la vita autonoma e indipendente delle persone disabili e in condizione di insufficienza psico-motoria e/o in stato di disagio socio economico;
c) Valorizzare il ruolo della famiglia favorendola e sostenendola nei suoi compiti di cura;
d) Prevenire e rimuovere lo stato di bisogno e di abbandono in cui versano i minori ed i giovani in condizioni di marginalità sociale;
e) Favorire e promuovere lo sviluppo educativo, sociale e psico-fisico dei minori e dei giovani, sostenendone i percorsi di istruzione, di orientamento e di inserimento sociale e lavorativo anche attraverso l’erogazione di borse di studio;
f) Prevenire e contrastare le condizioni sociali e culturali che possono favorire situazioni di disagio socio economico;
g) Realizzare eventi di natura culturale e ricreativa per favorire la crescita individuale e la socializzazione delle persone.

L’Azienda organizza la propria attività nel rispetto dei seguenti principi:
a) flessibilità, adeguatezza e personalizzazione degli interventi, nel rispetto delle opzioni dei destinatari e delle loro famiglie;
b) promozione e sostegno del ruolo del volontariato e del privato-sociale;
c) coordinamento ed integrazione delle proprie attività con gli interventi sanitari, abitativi, educativi, formativi, di avviamento o reinserimento al lavoro.

L’Azienda concorre alla definizione della programmazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali territoriali nel rispetto di quanto previsto dalla legge regionale 2 del 2003 e svolge le proprie attività secondo le esigenze della pianificazione locale.

 

ORGANIZZAZIONE

Sono Soci dell’Azienda i seguenti Enti Pubblici Territoriali:

  • Comune di Bagno di Romagna
  • Comune di Cesena
  • Comune di Mercato Saraceno
  • Comune di Montiano
  • Comune di Sarsina
  • Comune di Verghereto

Il Consiglio di Amministrazione è così composto:

  • Presidente: Balzoni Alen
  • Consigliere: Ceccarelli Simonetta
  • Consigliere: Maroni Arianna

 

STORIA

L’Azienda pubblica di Servizi alla Persona (A.S.P.) del distretto Cesena Valle Savio nasce il 14/04/2009, a seguito alla DGR Emilia Romagna n. 397 del 30-03-2009, dalla fusione delle seguenti Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficenza (I.P.A.B.):

a) La Fondazione Aldini Masini ed Istituti Educativi, con Sede nel Comune di Cesena, che trasse origine dalla fusione delle seguenti Opere Pie:

- Masini, costituita in esecuzione del testamento del Conte Giovanni Masini in data 20 Giugno 1829, con il quale fu istituito erede il Comune di Cesena. Con deliberazione del 25 Gennaio 1860, sanzionata del Dittatore Farini con Decreto 1° Marzo 1860, furono ceduti i beni alla Congregazione di Carità con l'obbligo di erigere un Istituto per il mantenimento, l'istruzione e l'educazione di figli di poveri. Lo Statuto dell'Opera Pia fu approvato con R.D. 12 Luglio 1909 e R.D. 3 Novembre 1913.

- Orfanotrofio Femminile, costituito dalla Opera Pia omonima nonchè dalle Beneficenze Righi Anna, Brighi Luigi, Mancini e Zanotti. L'O.P. Orfanotrofio Femminile fu istituita nell'anno 1579 dal Vescovo di Cesena Edoardo Gualandi con il concorso del Comune e dei cittadini. Fu poi riordinata dal Cardinale Casimiro Denhoff il quale, con Decreto 14 Giugno 1690, confermato da "breve" di Innocenzo XII in data 22 Ottobre 1691, applicò a favore delle orfane i beni dell'Ospedale di S. Bartolomeo. L'O.P. "Orfanotrofio Femminile" e le beneficenze "Righi" e "Brighi" furono concentrate con D.R. 15 Dicembre 1867. La Beneficenza "Mancini" fu istituita dal canonico Don Giacomo Mancini di Longiano che chiamò erede l'Orfanotrofio di Cesena con testamento 2 Giugno 1858 rogito Francesco Bartoletti. La Beneficenza "Zanotti" fu istituita da Luigi Zanotti di Gambettola il quale chiamò erede l' Orfanotrofio di Cesena con testamento in atti del Notaio cesenate Luigi Ferri 26 Aprile 1847. Lo Statuto dell'Opera Pia Orfanotrofio Femminile fu approvato con R.D. 24 Dicembre 1911.

- Beneficenza Tassinari, istituita con testamento 8 Agosto 1780, rogato da Giambattista Grandi, aveva per scopo di... "accogliere, istruire ed educare, nell'Orfanotrofio, una fanciulla povera e pericolante della città, o dei sobborghi, ancorché non sia orfana". fu retta da uno statuto deliberato dalla Congregazione di Carità in data 20 Settembre 1885 e vistato dal Ministero dell'Interno dell'epoca.

- O.P. Asilo Infantile, istituito in Cesena fin dal 1864, per cura della Congregazione, aveva lo scopo di "accogliere, nelle ore del giorno, bambini di ambo i sessi della città e sobborghi, perché non manchi loro la debita cura e una conveniente educazione religiosa, morale e civile. fu retta da Statuto del 14 Marzo 1875, vistato dal Ministero dell'Interno.

- Fondazione Aldini, istituita dal cesenate Antonio Aldini con testamento olografo ricevuto negli atti del Notaio Benedetto Pasini il 30 Agosto 1874, fu affidata alla Congregazione di Carità con R.D. 8 Settembre 1874. fu retta da Statuto in data 20 Settembre 1885, vistato dal Ministero dell'Interno. Non ha avuto bilancio né amministrazione propria in quanto organicamente inserita nell'O.P. Asilo Infantile.

- Fondazione Mazza, istituita da Pietro Mazza, con testamento in data 20 Gennaio 1827, rogato dal Notaio cesenate dott. Giuseppe Bratti, fu affidata alla Congregazione di Carità in virtù del Decreto 19 Agosto 1859 del Governatore della Romagna. fu retta da Statuto in data 14 Luglio 1882, approvato dal Consiglio Provinciale Scolastico nella seduta del 25 Aprile 1883, n. 405.

- Fondazione Maraffi - Aldini, trasse origine dall'omonimo Legato istituito con testamento olografo 18 Giugno 1878 da Giovanna Maraffi fu Cesare vedova del dott. Michele Angiolo Aldini, depositato negli atti del Notaio dott. Luigi Gabici il 19.06.1878 e da lui aperto il 15 Gennaio 1879. Eretta in Ente morale e concentrata nella Congregazione di Carità con R.D. 13 Aprile 1905, registrato il 13 Maggio successivo al n. 2896, non ha avuto bilancio nè amministrazione propria essendo le scarse rendite dei titoli di Stato da sempre incorporate nel bilancio della Fondazione Mazza.

b) La Fondazione Roverella Spinelli, con sede nel Comune di Cesena, che trasse origine dalla fusione della O.P. "Pietro Roverella" costituita con Regio Decreto 31 Ottobre 1904, in esecuzione del testamento del Conte Pietro Roverella a rogito Dott. Pietro Massi in data 18 Febbraio 1856, e della O.P. "Pietro Spinelli" costituita con R.D. 21 Agosto 1908, in esecuzione del testamento olografo 28 giugno 1898 del Conte Andrea Neri fu Agostino, aperto e depositato l'11 Luglio 1906 in atti del Notaio Nazzareno Trovanelli, registrato il 13 Luglio successivo.

c) La Fondazione Guerrini Maraldi, con sede anch’essa nel Comune di Cesena, che trasse origine dal testamento olografo del N.H. Antonio Guerrini Maraldi in data 11 Agosto 1965, depositato presso il Notaio Dr. Ennio Giunchi, con atto del Notaio del 3 Maggio 1969 n. 31014/7547 di Repertorio, registrato a Cesena il 14.5.1969, al n. 1691, Vol. 198, a seguito del decesso del testatore, avvenuto il 16 Aprile 1969.

d) La Fondazione Federico Valzania, con sede nel Comune di Cesena, che ebbe origine dall’atto di ultima volontà con cui, in data 25 giugno 1964, il Sig. Federico Valzania dispose un lascito per agevolare il compimento degli studi dei ragazzi in condizioni economiche disagiate. Detta fondazione fu eretta in Ente Morale con D.P.R. 8 gennaio 1968 n. 109.

e) L’Istituto di pubblica assistenza e beneficenza Casa Insieme, con sede nel Comune di Mercato Saraceno avente origine dal Regio Decreto del 31/08/1933.

f) L’Asilo Infantile San Quirico con sede nel Comune di Bagno di Romagna frazione di Selvapiana che trasse origine dal testamento olografo con cui Don Giovanni Bardi nel 1917 disponeva la fondazione di un Asilo Infantile con scuola femminile di lavoro con sede nella parrocchia di Selvapiana. Detto Asilo venne eretto in Ente Morale con Regio Decreto . n° 364 del 1920.

g) L’Istituzione Beneficante Camillo Mordenti fu Francesco con sede nel Comune di Bagno di Romagna istituita con Decreto n. 167 del 1987.

 

Codice Fiscale e Partita IVA: 03803460405
Email: aspcesenavallesavio@gmail.com
 PEC: postmaster@pec.aspcesenavallesavio.eu